Stoccafisso accomodato (stocafissu accomodau)

Forse non tutti sanno che e’ proprio a genova che il merluzzo venne chiamato stoccafisso nella sua versione essicata da non confondere con il baccala’ che e’ la versione sotto sale. Mentre i genovesi favorivano la sua diffusione commerciandolo, questo prodotto, unito coi pinoli e condito con buon olio, sale sul podio della cucina genovese e ligure. 

Fino a qualche decennio fa era normale trovare stoccafisso conservato in vasche di marmo presso i negozi di alimentari del centro storico genovese. 

Il merluzzo e’ ricco di vitamina b12, fosforo e selenio, la sua carne e’ molto magra ,a nutriente. 

Sia stoccafisso che baccala’ necessitano una lunga preparazione.

Lo stoccafisso lasciato intero deve essere ammollato  nper 4-6 gg

Eccone due ricette in piena tradizione e l’altra un pochino modernizzata.

La ricetta dello stoccafisso

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 800 GR DI STOCCAFISSO AMMOLLATO; 
  • 1 CIPOLLA; 
  • 2 SPICCHI D’AGLIO; 
  • UN MAZZETTO DI PREZZEMOLO; 
  • 4 POMODORI; 
  • 4 PATATE; 
  • 1 BICCHIERE D’OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA LIGURE;
  • 50 GR DI PINOLI; 
  • 100 GR DI OLIVE TAGGIASCHE.

PREPARAZIONE:

Ho liberato lo stoccafisso da pelle con coltello a lama flessibile e lische con pinzette, senza immergerlo in acqua bollente.

A parte ho tagliato le patate a pezzi grandi. ho preparato un soffritto con cipolla e aglio in olio extra vergine di oliva, ho aggiunto lo stoccafisso a pezzi grandi, due cucchiai di salsa di pomodoro, le olive e i pinoli tostati a parte.

Ho lasciato cuocere  a fuoco moderato aggiungendo un po’ d’acqua calda per non farlo asciugare. 

A questo punto ho aggiunto il sale, le patate e lasciato cuocere altri 15 minuti sempre coperto. 

A fine cottura ho aggiunto un po’ di prezzemolo tritato.  

Risultato? un’esplosione di sapore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Chatta con Giulia
Scan the code
Ciao, sono Giulia, posso aiutarti?