Le città invisibili

Accomodatevi, mettete da parte i pensieri e preparatevi ad ascoltare:

“C’era una volta una città fantastica, dai mille colori, mille palazzi con le loro torri altissime e inaccessibili. Era un luogo avvolto dal fascino delle leggende , raccontate e tramandate da uomini che, per secoli, avevano osato soltanto osservarla da lontano: la verticalità e le straordinarie dimensioni ispiravano rispetto e la magia dei tramonti, pur tentatrice, non era sufficiente per vincere il timore. Cosa c’era lassù, in quel luogo oltre la terra ma non ancora in cielo? Chi lo abitava? ”

Per cercare le risposte occorre fermarsi a ascoltare ciò che ogni luogo ha da raccontare.

E’ così che presento ai bambini ed ai ragazzi il laboratorio creativo su “Le città invisibili” di Italo Calvino. Con i libri si può anche giocare… ma questa è un’altra storia!

Ed è così che intriduco i miei viaggi tra sogno e realtà, scritti tra settembre 2019 e giugno 2022, di cui vorrei mettervi a parte durante il prossimo Arteritrovo.

Nelle mie “città invisibili”

seguo il suggerimento di Italo Calvino dal quale preso il titolo.

Il romanzo di Calvino trabocca di domande con poche risposte, discute di sé stesso, si interroga.

Le mie città invisibili sono un personalissimo sguardo sulla realta, creata ad arte della lente degli occhi di chi la osserva, mi pongo domande a cui cerco di dare risposta, discuto di me stessa, mi interrogo.

I temi principali riguardano l’amicizia, il senso della vita ed il viaggio.

Un vero viaggiatore trova sempre un motivo per viaggiare, anche solo con la fantasia, perché fermo non può restare…

Ho appena iniziato anche un progetto pittorico per cercare raccontare in un altro modo le città che ho incontrato.

… vieni a trovarmi @casadiGiuliaCogoleto: non mi fermo ma ti aspetto e ti invito a scoprire ciò che è invisibile agli occhi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Chatta con Giulia
Scan the code
Ciao, sono Giulia, posso aiutarti?