speckknodel o canederli allo speck

LA CUCINA DEL RECUPERO: SPECKKNODEL O CANERLI ALLO SPECK

Da una gita in montagna era avanzata ben mezza pagnotta di un bel pane di segale, ormai purtroppo indurita.

Per restare su una ricetta tipica della Valle d’Aosta, avrei potuto preparare una gustosissima zuppa Valpellinentze… ma questa volta ho deciso di cambiare regione con un piatto che di certo incontra di più il gusto di mio figlio. Gli speckknodel per dirlo alla tirolese o canederli allo speck non sono altro che gnocconi di pane, da cuocere e gustare preferibilmente nel brodo.

Moltissime ricette tradizionali hanno come base pochi ingredienti che anticamente erano facilmente reperibili, sul territorio, non molto costosi e spesso “di recupero”.

Visto che in cucina non si butta via niente, andiamo a preparare insieme questa ricetta, molto semplice da fare in casa ed anche abbastanza veloce.

La ricetta degli speckknodel o canederli allo speck.

INGREDIENTI:

Questa ricetta prevede di gustarli asciutti. Si possono anche aromatizzare in molti altri modi, oltre che con lo speck.
  • 300 gr di pane casereccio raffermo
  • 150 gr di speck
  • 1/2 cipolla
  • 2 bicchieri di latte
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di farina
  • erba cipollina qb
  • burro q.b.
  • sale qb
  • Formaggio grattugiato qb

PREPARAZIONE

Tagliare il pane a cubetti regolari e porli in una ciotola. Aggiungere una parte di latte e lasciare riposare.

intanto tagliare la cipolla o tritarla e farla soffriggere. Tagliare anche lo speck o tritarlo. Aggiungere entrambe al pane

Aggiungere anche l’uovo e la farina. impastare bene il tutto e regolare la consistenza dell’impasto aggiungendo eventualmente ancora un po’ di latte.

Mentre il composto riposa ancora un poco, far scaldare l’acqua per immergervi gli gnocchi di pane.

Intanto che l’acqua va a bollore, prepariamo le palline facendo rotolare una parte di impasto tra i palmi delle mani per farli assumere forma rotonda e compattarli bene. Se neCessario inumidire le mani per non far appiccicare troppo il composto.

Infine porre il burro con l’erba cipollina a sciogliere in padella.

Quando l’acqua bolle, salare e immergere i knodel dopodichè spegniamo il fuoco, solleviamo gli gnocchi con l’aiuto di una schiumarola e li posiamo in padella per farli saltare e insaporire nel burro.

Cospargere con il formaggio e servire. Visto che li ho fatti un pochino più piccoli, ne ho serviti 5/6 per porzione.

Contattami per altre idee o scopri i prossimi eventi https://acasadigiulia.me/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Chatta con Giulia
Scan the code
Ciao, sono Giulia, posso aiutarti?